IT EN
Aiuto
/Benvenuto
sul
nostro
sito/

Come funzionaUtilizza la barra dei filtri per visualizzare i contenuti relativi alla categoria o al problema di reputazione che ti interessa. Scopri i nostri ambiti di competenza attraverso i nostri articoli e i nostri canali social Inizia subito

x

E-commerce

L’attività di commercio elettronico (e-commerce) si riferisce a tutte le transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra un commerciante ed un consumatore, realizzate tramite Internet.

 

Il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano (NetComm) ha stilato una relazione statistica dalla quale emerge, in maniera univoca, la continua crescita del valore dell’E-commerce, nell’ambito dell’economia italiana:
 

  • La previsione di crescita delle vendite dai siti italiani per tutto il 2013 si attesta intorno al 17%, per un fatturato stimato intorno ai 11,2 miliardi di euro;

  • Fra i principali comparti sono in crescita rispetto al 2012: l’abbigliamento (+27%), l’informatica (+24%), il grocery (+18%), il turismo (+13%), le assicurazioni (+12%), l’editoria (+4%);

  • Da aprile 2012 ad oggi gli acquirenti online attivi sono aumentati di oltre il 50%, raggiungendo quota 13,6 milioni già a metà del 2013 (fonte Human Highway-Netcomm), con un picco di 14 milioni di aquirenti elettronici (e-Shopper) nel periodo natalizio.

  • Il valore delle transazioni commerciali nel 2013 ha messo a segno un +160%, rispetto all’anno precedente, arrivando a quota 427 milioni di euro di transazioni effettuate.

     

    Nel commercio tradizionale “faccia a faccia”, clienti e venditori possono usare vari metodi per comprendere se l’interlocutore è affidabile e degno di fiducia (controllare l’identità del commesso dal cartellino, provare la merce che si sta acquistando, informarsi sulla reputazione del venditore). Sui siti di commercio elettronico, nessuno di questi metodi è applicabile e la truffa o il semplice “bidone” è sempre in agguato.