IT EN
Aiuto
/Benvenuto
sul
nostro
sito/

Come funzionaUtilizza la barra dei filtri per visualizzare i contenuti relativi alla categoria o al problema di reputazione che ti interessa. Scopri i nostri ambiti di competenza attraverso i nostri articoli e i nostri canali social Inizia subito

x

Sostituzione di persona e Social Network

Il Furto d'Identità Digitale, nella forma della Sostituzione di persona (art. 494 c.p.) su internet può essere perpretato, di regola, attrtaverso due modalità:

 

  • creazione ex novo di un profilo fake, ad esempio su Facebook od altro Social Network.
  • utilizzo indebito di account già esistente - frequente l'ipotesi della violazione di account di Ebay od altre piattaforme di coomercio elettronico al fine di porre fittizziamente in vendita su internet beni utilizzando l'identità altrui - condotta, questa, che può intergare anche il rato di cui all'art 615-ter c.p. (accesso abusivo a sistema informatico).

 

Entrambe le superiori ipotesi presentano profili particolamente delicati, sia sotto il profilo dell'acquisizione della prova della condotta subita, sia sotto il profilo della perseguibilità, in concreto, degli autori dell'illecito.

 

  • L'acquisizioone fraudolenta dell'account, spesso, viene effettuata attraverso email di Phising, per mezzo delle quali vengono acquisite subdolamente le credenziali, ad opera di soggetti operanti da stato estero.
  • Questa circostanza pone delicati profili circa la punibiltià e l'acquisizione della prova, essendo necessaria per l'Autorità Giudiziaria una richiesta di assistenza giudiziaria internazionale, per mezzo di rogatoria,  in un ambito in cui i gestori di telecomunicazione conservano i dati di traffico per un termine molto limitato
  • Pertanto, oltre a sollecitare il blocco dell'account da parte del gestore della piattaforma, sarà bene acquisire - anche con l'ausilio di un professionista - tutti gli element utili, da allegare alle Forze dell'Ordine in sede di querela, al fine agevolare, o rendere possibile tout court, l'identificazione degli autori.

 

La redazione della querela, in tale ambito di illeciti, oltre che corredata degli elementi sopra elencati, andrebbe preferibilmente effettuata con l'ausilio delle necessartie competenze, sia giuridiche in relazione ai delicati profil, anche transnazionali, del c.d. Diritto di Internet, che informatiche in ordine alle best practice probatorie di natura tecnica.

 

Andrea Caristi - Avvocato